Legambiente 5 misure concrete

Legambiente scrive ai sindaci delle città italiane: “La ripartenza ha bisogno di soluzioni green innovative e coraggiose per la mobilità, non restituiteci le vecchie città.”

Mobilità post COVID 19: ecco 5 misure concrete

Legambiente circolo di Lerici

Ripristinare il trasporto passeggeri via mare sulla tratta Lerici-La Spezia porterebbe notevoli vantaggi per l'ambiente e la qualità della vita del nostro territorio. Mitigherebbe di molto la pressione del traffico e del disagio causato: rumore, stress per l'ecosistema, degrado - in particolare sulla SP 331, (Gozzano,Scoglietti, San Bartolomeo). Una prima azione per una mobilità multimodale a basso impatto ambientale: treno, bicicletta, traghetto. Salutare, collettiva e, in qualche modo, divertente!  Invitiamo i comuni di La Spezia e di Lerici a farsi carico di questa istanza per l'attivazione, anche in via sperimentale, della tratta, collocandosi in un disegno più ampio di integrazione del trasporto marittimo passeggeri nel sistema del trasporto pubblico.

Firma la petizione

scarica il volantino della petizione(pdf)

Legambiente - tesseramento

Campagna Tesseramento 2020

contatta Giovanni 3275790231 - Tiziana 3334580704

Legambiente circolo di Lerici

Circolo LEGAMBIENTE Lerici

MEDITERRANEO

Mediterraneo vuole essere uno strumento di una città civile e libera, che si impegna a fare cultura, a partecipare allo scambio di idee, a cogliere le urgenze dell’attualità, a incontrare e ascoltare i protagonisti della vita culturale italiana, a far crescere un pensiero critico e riflessivo, a formare, d’intesa con scuole e università, le nuove generazioni.
mediterraneo-logo

GRIS30 Gestione Rete Impresa

Il progetto si propone di:

  • fornire alle piccole e micro imprese uno strumento di gestione  per le attività commerciali  e di relazione, aumentandone  la visibilità e la capacità di azione e stimolandone la crescita economica
  • promuovere l’aggregazione e la collaborazione tra imprese, la condivisione delle conoscenze, la creazione di valore sociale attraverso un modello organizzativo a rete di tipo paritetico.

www.gris30.eu

Scambia Libro

Scambia Libro

MERCATINO DEL LIBRO USATO

4° EDIZIONE dal 13/6 al 30/09
SCUOLA MEDIA “P. MANTEGAZZA”
Via Gozzano/ SAN TERENZO(SP)

Scambia Libro

Cerchi libri scolastici ?
Vuoi vendere i tuoi libri usati ? Telefona a

Pina 3389478984 Daniela 3474964949

3389478984/ 3474964949

info (at) scambialibro.it

>>>>>>>> Cerca Libro >>>

Servizi Informatici Srl
  • Consulenza e assistenza software e sistemi
  • Innovazione tecnologica
  • Gestione aziendale, e-commerce, applicazioni web
  • Virtualizzazione e Cloud computing

web: www.serviziinformatici.com Tel: +393275790231

 


Alle città d’arte quali Pisa, Firenze, Roma e Napoli, Miriam contrappone Parma e Fidenza mettendo in evidenza i propri riferimenti spirituali quali la chiesa di Bastelli, piccola e immersa nel verde delle campagne fidentine, con la statua della sua madonnina.
Nell'opera troviamo alcuni testi di poesie scritte dal Poeta, che hanno influenzato il pensiero dell’Autrice, inserite in un armonico contesto di dialogo letterario.
All'interno del libro non manca un circostanziato riferimento a Giuseppe Verdi, altro grande punto di riferimento per la giovane autrice, presentato assieme ai luoghi della sua vita.
L’opera può considerarsi un invito ad approfondire il grande poeta, che a distanza di quasi duecento anni dalla morte continua a stregare e ispirare giovani lettori.
Un invito alla riscoperta della Cultura in un periodo dove sembra che essa non sia più di moda e che anzi sia facile riuscire nella vita pur essendone privi.
Una sorta di battaglia quella di Miriam per la difesa di un patrimonio che prevarica le generazioni e le mode passeggere, una battaglia che noi lettori ci auguriamo venga vinta anche grazie alle opere dei giovani scrittori come Miriam.

 

... " Io vidi in Firenze uno che strascinando, a moda di bestia da tiro, come colà è stile, un carro colmo di robe, andava con grandissima alterigia gridando e comandando alle persone di dar luogo; e mi parve figura di molti che vanno pieni d'orgoglio, insultando gli altri, per ragioni non dissimili da quella che causava l'alterigia in colui, cioè tirare il carro "

  • Giacomo Leopardi, Pensieri, XVIII