Legambiente - tesseramento

Campagna Tesseramento 2020

contatta Giovanni 3275790231 - Tiziana 3334580704

Legambiente circolo di Lerici

Circolo LEGAMBIENTE Lerici

GRIS30 Gestione Rete Impresa

Il progetto si propone di:

  • fornire alle piccole e micro imprese uno strumento di gestione  per le attività commerciali  e di relazione, aumentandone  la visibilità e la capacità di azione e stimolandone la crescita economica
  • promuovere l’aggregazione e la collaborazione tra imprese, la condivisione delle conoscenze, la creazione di valore sociale attraverso un modello organizzativo a rete di tipo paritetico.

www.gris30.eu

Scambia Libro

Scambia Libro

MERCATINO DEL LIBRO USATO

4° EDIZIONE dal 13/6 al 30/09
SCUOLA MEDIA “P. MANTEGAZZA”
Via Gozzano/ SAN TERENZO(SP)

Scambia Libro

Cerchi libri scolastici ?
Vuoi vendere i tuoi libri usati ? Telefona a

Pina 3389478984 Daniela 3474964949

3389478984/ 3474964949

info (at) scambialibro.it

>>>>>>>> Cerca Libro >>>

Farmacie

Farmacia Bello

Via Roma, 50
Telefono: 0187-967343;
Codice: 6397; Partita Iva: 00842000119
 
Via Mantegazza P., 8/A
(località: San Terenzo)
Telefono: 0187-970991;
Codice: 6368; Partita Iva: 00072340110
 
Via Pisacane, 12
Telefono: 0187-967125;
Codice: 6369; Partita Iva: 00980350110
 
(località: Tellaro di Lerici)
Codice: 6399; Partita Iva: 01646020998
 
Parafarmacie - vendita farmaci senza ricetta medica
Via Militare, 42/44
Codice: 004027; Partità Iva: 00072340110
Servizi Informatici Srl
  • Consulenza e assistenza software e sistemi
  • Innovazione tecnologica
  • Gestione aziendale, e-commerce, applicazioni web
  • Virtualizzazione e Cloud computing

web: www.serviziinformatici.com Tel: +393275790231

 

Legambiente circolo di Lerici

Raccolta Differenziata

Lerici Raccolta differenziata

Ridurre e riciclare prima di tutto!

ECOFORUM La gestione dei rifiuti in Italia

Normativa di riferimento - Decreto Legge 152/2006

Sentenza Recco 83/2013

raee - logocome smaltire le apparecchiature elettriche ed elettroniche. Scarica il PDF

There are no translations available.

 SIATE ONESTI: NON CHIAMATELO PERCORSO PARTECIPATO!

scuola bene comune

Il Comitato Pro Scuola della Serra e l’Associazione “Le mamme del momento” hanno incontrato, venerdì 15 novembre u.s., l’Amministrazione Comunale di Lerici nelle persone del Sindaco Caluri e degli Assessori Tartarini e Palandri. Un incontro chiesto da tempo dai comitati (lettera protocollata il 23 ottobre 2013 n.22103), preoccupati dal lungo silenzio dell’Amministrazione dopo il Consiglio Comunale del 23 settembre 2013, in cui si è svolta un’ampia discussione sulla scuola. L’incontro è stata l’occasione per l’amministrazione di presentare la delibera n°154 del 7/11/2013 relativa all’atto di indirizzo per ridisegnare il sistema educativo. Di fronte a quanto letto nella delibera e a quanto riferito dall’Assessore Tartarini, i comitati hanno chiesto all’Amministrazione di fare chiarezza immediatamente informando i cittadini e le cittadine del comune di Lerici che quanto deliberato non può essere in alcun modo definito un percorso partecipato. Si tratta infatti di una prima fase di ascolto di tutti i portatori d’interesse e i cittadini, da cui scaturirà un documento su cui l'amministrazione deciderà come ridisegnare il sistema scolastico. Successivamente partirà il "percorso partecipato". Questa proposta non ha nulla a che fare con la democrazia partecipativa! Il progetto non prevede in nessun modo la partecipazione attiva, critica e libera dei cittadini, non mette in campo nessuna delle tecniche usate nello svolgimento dei percorsi di democrazia partecipativa e non organizza nessun approfondimento sul tema a carico di esperti di varia natura. Questo si chiama sondaggio, consultazione, e seppure è legittima la scelta dell’Amministrazione, non è quello che abbiamo chiesto, e che ci è stato promesso, le cose vanno chiamate con il loro nome! Ci chiediamo come una cooperativa seria possa accettare di usare le parole” percorso partecipato “per definire questa operazione che è distante dalle pratiche di democrazia partecipata e che è strumentale ad avallare una decisione già presa. Noi comitati riteniamo che la riflessione sulla scuola, sul ridisegnare i sistemi educativi debba partire dall’ultimo rapporto O.C.S.E. che descrive cosa è la scuola italiana oggi, dopo tanti anni di tagli e di scarso dibattito sull’uso delle risorse e degli obiettivi; riteniamo che debba partire dai bisogni e dai diritti dei bambini e degli adolescenti, dalla conoscenza di nuovi percorsi pedagogici, dalla lettura e dalla discussione attenta, puntuale e approfondita delle nuove indicazioni ministeriali pubblicate nel febbraio 2013; riteniamo che non possa prescindere dal problema della dispersione scolastica e dall’elevata percentuale di ragazzi che non studiano e che non lavorano. La scuola non può pensarsi indipendente, indifferente, ininfluente rispetto al disegno e alle prospettive che si pone una società. Da questo il nostro slogan”Una scuola in ogni borgo”. Infine negli articoli apparsi sulla stampa in data 19/11/2013 a proposito dell’accorpamento del tempo pieno a S. Terenzo ci sono tante valutazioni, informazioni, scelte che non condividiamo. Esprimiamo comunque il nostro accordo per un confronto serio, aperto però a tutta la comunità e non solo ai soggetti istituzionali, e magari alla presenza di un mediatore di conflitti di una certa levatura. Noi comitati in difesa delle piccole scuole riteniamo che la scuola sia un bene comune e non oggetto di discussione tra addetti ai lavori: la scuola, è un asse portante della società e tutti i cittadini e le cittadine devono essere consapevoli del suo stato e delle sue prospettive. (dalla pagina FB di Le mamme del momento)

Rapporto O.C.S.E. completo   Rapporto ISFOL Completo